laFenice


l'attesa prosegue, come la pioggia che cade incessantemente su Pisa, e allora per tener le mani impegnate mi sono dedicato ad un altro progetto ciclabile.

come l'araba fenice che rinasce dalle sue stesse ceneri su questo telaio rinascerà laBruciata sorretta da quella forcella con le fiamme che le diede il nome al momento della sua nascita.

quello che vedete riverniciato con l'economica tecnica della bomboletta è un telaio Bianchi che era stato abbandonato lungo la strada. la vedo già con un allestimento semplice e aggressivo, ma non abbiate troppa fretta piano piano si alzerà sui pedali.

stay tuned!

On Air: How long, Memphis Slim

foto: mr.palmas

3 commenti:

Ico ha detto...

Grandi notizie! Non vedo l'ora di vedere sviluppi!

Anche io sono in procinto di cominciare una nuova bici, ma devo ancora vedere cosa trovo come base di partenza: sono indeciso tra una MTB fissa o cercare un vecchio telaio da corsa da 26... si vedrà!

joanfran ha detto...

anche io ho un altro telaio tra le mani: una vecchia peugeot da donna con ruote da 26'' lasciata per anni ad arrugginirsi all'aria e in parte depredata dei suoi componenti.
vedo un po' cosa riesco a recuperare. a me i telai francesi mi piacciono da morire e mi spiacerebbe buttarlo: lo conservo e vedo se mi viene in mente qualcosa. idee?

Ico ha detto...

io ci farei qualcosa di pazzo, tipo cercare di incastrare un 28 dietro, cerchi da corsa, copertoncini, manubrio piega e cestino portapacchi...

è un'idea un po' perversa, ma secondo me spacca di brutto. avevo tempo fa provato a disegnare una cosa del genere con questo:

http://www.pedalmafia.com/mafid/mafia_id.html

non appena trovo il file lo pubblico sul mio blog!